Utilizzate un video in un’email e il vostro click-through rate verrà raddoppiato. Postate un video su Twitter e avrete in media il 66% di Likes in più rispetto agli altri tweets. Incorporate un video a una pagina del vostro sito e catturerete l’attenzione dei visitatori per due minuti in più.

Bene, c’è ancora qualcuno che non ritiene i video fondamentali per le proprie strategie di marketing?! D’accordo, queste impressionanti statistiche, esposte nel corso dell’ultima Fast Forward Conference, fanno riferimento all’intera categoria del B2B (Business to Business), ma restano comunque estremamente significative anche nello specifico del settore finanziario.

cat-watches-squirrel-on-laptop

Già da anni, infatti, l’utilizzo di video è largamente diffuso, e sempre più efficace, tra banche private e aziende di asset management. Per questo abbiamo dedicato ai video un’intera sezione della nostra annuale ricerca (il Digital Marketing Survey), chiedendo ai financial advisors intervistati tutto quello i nostri clienti devono sapere in ambito di video.

Tra i 207 advisors inglesi interpellati, il 60% ha confermato di consultare regolarmente video di natura finanziaria. Ci siamo dunque rivolti a questa fetta di advisors per capire quali sono le loro abitudini e preferenze.

Qual è la durata ideale di un video?

A questa prima, cruciale, domanda, il 55% degli intervistati ha dichiarato di preferire video dalla durata inferiore ai 5 minuti. Il 33% ha invece confermato di spingersi volentieri fino agli 8 minuti, mentre il 12% non resiste più di 3 minuti.

video

La durata è un parametro determinante per il successo di un video, per questo consigliamo sempre ai nostri clienti di essere chiari e indicare fin dalla call-to-action la durata totale del video (in QUESTO ARTICOLO trovate ulteriori consigli).

Solo il 57% degli advisors ha infatti confessato di guardare i video per intero, mentre il restante 43% tende a interrompere la visione prima del termine. Quali sono i motivi per cui gli advisors stoppano il video? La durata, come detto, è un fattore centrale ma non la principale. Il primo motivo per cui la gente smette di guardare un video è in realtà la più semplice: i contenuti non sono un granché.

Quali video preferite vedere?

Appurato, com’era facile indovinare, che il contenuto del video è il fattore più importante, abbiamo dunque chiesto agli advisors quali sono i video di natura finanziaria che preferiscono vedere. La categoria più gettonata è stata “Consigli e commenti sui mercati finanziari”, seguita a ruota da “Interviste a Fund managers e aggiornamenti su Fondi”. Meno popolari le altre opzioni, che trovate qui sotto.

graficovideo

Se volete ricevere la copia integrale (gratuita) della nostra indagine su video e advisors, o se volete scoprire come possiamo aiutarvi a creare la strategia video perfetta, non esitate a contattarci.